La fisica della buccia d’arancia, lo schizzo in super slow motion

esperimento

Un video diffuso dall’Università della Florida Centrale mostra al rallentatore la sorprendente accelerazione dello schizzo causato dalla pressione su di una buccia d’arancia: più veloce di uno Shuttle!

I ricercatori della University of Central Florida hanno analizzato al rallentatore che cosa accade quando le scorze di limoni, arance e altri agrumi vengono schiacciate o piegate. Con metodi indiretti hanno poi misurato la pressione delle piccole sacche piene di liquido poste appena sotto la superficie. La forma di queste sacche può essere sferica o cilindrica, ma in tutti i casi al momento della loro rottura possono sparare fuori goccioline di liquido a velocità anche maggiori di 10 metri al secondo. Una tale velocità, superiore anche a quella di volo di un insetto o a quella di caduta di una goccia d’acqua, viene raggiunta percorrendo meno di un millimetro con un’accelerazione mille volte più grande di quella sperimentata da un astronauta in fase di lancio.

Nell’ambito dello studio per migliorare le tecnologie al servizio della medicina (nel caso specifico ci si stava occupando di inalatori per l’asma), gli scienziati guidati dal professor Andrew Dickerson hanno infatti voluto approfondire la sorprendente gittata (ovvero la distanza percorsa da un oggetto lanciato in aria) degli schizzi delle bucce d’arancia. Il team del professor Dickerson ha allora voluto filmare l’operazione per decretare con precisione l’esatta intensità dello spruzzo.

Dall’affascinante video in slow motion (2.500 frame per secondo) si nota dunque come i fiotti di liquido spruzzati da uno spicchio d’arancia pressato da una pinza raggiungano l’incredibile velocità di quasi 38 km/h, con un’accelerazione che supera 1000 volte quella utilizzata dai propulsori delle navi spaziali per raggiungere l’esterno dell’atmosfera!

I risultati dell’esperimento, presentati all’evento della Society for Integrative and Comparative Biology di New Orleans, potrebbero fornire le basi per nuovi inalatori respiratori di efficacia infinitamente maggiore.

Il filmato è un super slow motion quasi ipnotico che mostra con straordinario dettaglio il liquido che fuoriesce in sottili fiotti e si separa in gocce. La velocità che possono raggiungere questi “getti” arriva a circa 10,5 metri al secondo (quasi 38 km/h) ma con una accelerazione sorprendente: maggiore di 1000 volte quella necessaria a spedire gli astronauti nello spazio.

 

Video Andrew Dickerson – University of Central Florida

Fonte: http://video.repubblica.it.

C O N D I V I D I :
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Registrati con:



Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *